Opuscolo “Castello a Colori”

Tutti i colori del progetto di Caleidos “Castello a colori” sono prossimi alla stampa. Come laboratorio extra del tutto desiderato dai ragazzi partecipanti al progetto svolto nella scuola castellana F.lli Pizzigotti, è nato un libretto informativo rivolto a tutti gli studenti stranieri. Una risorsa completamente realizzata dagli studenti stranieri della scuola media pensato come ausilio per gli studenti stranieri futuri, per superare insieme le difficoltà iniziali della grande e delicata esperienza di confrontarsi con un Paese nuovo, una città non familiare, una lingua diversa e molte regole mai sentite prima. Il libretto, che descrive la scuola quanto i luoghi d’interesse ed i servizi di Castello, le norme da tenere nell’istituto quanto le strade per percorrere nella maniera giusta la burocrazia scolastica, rispecchia perfettamente l’intento del progetto “Castello a colori”: venire da un paese straniero non è né deve essere uno svantaggio, quanto più una ricchezza aggiunta, una risorsa per sé e per gli altri, per la comunità. E il progetto di Caleidos riesce a far avverare questa verità spesso nascosta portando alla luce tutti i colori, appunto, della diversità, promuovendo innanzitutto le risorse proprie dei ragazzi che sono il ciclo ed il futuro della scuola. Ricchi quanto il progetto e l’opuscolo, tradotto in 8 lingue oltre all’italiano grazie all’attuazione di una globalizzazione al servizio della persona, sono anche i racconti dei ragazzi e delle ragazze che lo hanno voluto, ideato e creato dalla prima all’ultima pagina..

Rida: “Trasferirmi in un posto con una lingua diversa e complicata è stato molto difficile ma mi rendo conto quanto è importante capire una nuova lingua per vivere in un nuovo Paese. Capire una lingua vuol dire fare parte di una nuova comunità, capirne gli usi e costumi. Consiglio a tutti di seguire il mio esempio di essere fiduciosa nel futuro, sforzarsi nell’apprendere l’Italiano, e chiedere sempre aiuto quando non si riesce”.

Mohamed: “Sono venuto dal Marocco in Italia perchè voglio imparare l’italiano. La scuola nuova mi è piaciuta: ho incontrato amici nuovi e nuove culture. Questo libretto potrà essere utile per i ragazzi perchè potranno sempre portarselo con loro per vedere cosa fare o per giocare anche con i ragazzi italiani”.
Il progetto “Castello a colori” è stato reso possibile grazie ai contributi del comune di Castel San Pietro Terme e della regione Emilia Romagna; hanno collaborato alcuni professori dell’istituto Pizzigotti e tante altre persone che hanno messo a disposizione tempo e risorse preziosi.
memoria, come supporto per la creazione di opinioni personali, sia per la soglia dell’attenzione e la capacità di linguaggio (attraverso una sorta di analisi grammaticale). Per questo tipo di allenamento Caleidos ha scelto il settimanale locale
Sabato Sera, il più presente nelle case di un alto numero di persone dei nostri Comuni. Allenarsi, dunque, per mantenersi, nel fisico come nella mente, consci che vivere bene la quotidianità rispondendo ad ogni stimolo è come mettere da parte un tesoro da utilizzare poi in terza età.