Milena Monti

Sull’insegnamento di Caio Giulio Cesare, Milena scrive di sé in terza persona per conferire una distaccata oggettività a quanto intende di sé narrare.

Essendo colei che si occupa della comunicazione dell’associazione, va detto in primis che è giornalista e che ci è diventata grazie ad un lungo ed interessante percorso più professionale che studentesco (del resto non si smette mai d’imparare e allora sia la vita la sua scuola!). Crede fermamente ed ogni giorno che il suo lavoro, se ben fatto, sia in grado di cambiare il mondo, migliorando le persone che a loro volta miglioreranno quel che le circonda e quindi tutto il mondo. Per questo sa fare meglio quello in cui crede, piuttosto che quello in cui credono gli altri.

Fra le sue passioni: la moto che significa libertà, il viaggio on the road che significa conoscenza, la lettura perché asseconda la sua immensa curiosità.

Senza fatica di pensiero consiglia la lettura de “Il Piccolo Principe” a tutte le età e più volta nella vita; se invece deve dare il titolo di un film ecco che i neuroni stridono ma ogni domanda merita una risposta e allora “Ogni cosa è illuminata”, perché cercare (anche conto terzi) significa trovare e non bisogna mai aver paura di cercare.